Il patrimonio culturale: cornice perfetta per il tuo matrimonio

Scegliere la location più adatta per celebrare il giorno più bello non è per niente semplice, perché tutti vorrebbero che il luogo del proprio matrimonio fosse indimenticabile e rimanesse impresso nella memoria non solo degli sposi ma anche di tutti gli invitati. Sicuramente la Toscana, con i suoi panorami mozzafiato e le splendide città d’arte, come Firenze, Siena o Lucca, rappresenta una delle mete più ambite sia per gli italiani, ma soprattutto per gli stranieri che scelgono di sposarsi in Italia.

Se quello però che state cercando, non è il solito Palazzo Comunale situato in uno dei borghi della campagna toscana, sicuramente luoghi di notevole fascino ma molto utilizzato per le celebrazioni, ma vi piacerebbe trovare qualcosa che si allontana dalla quotidianità e che possa rendere il vostro matrimonio unico, vi consigliamo di scegliere uno dei luoghi della cultura che si trovano sparsi su tutto il territorio toscano.

Iniziamo questa nostra carrellata da un luogo veramente magico in cui è possibile celebrare il matrimonio, il Parco Archeominerario di San Silvestro, situato alle spalle di Piombino e di Campiglia Marittima. Varcato l’ingresso, c’è un’ampia scelta di percorsi che conducono il visitatore alla scoperta del patrimonio storico-archeologico, geologico e naturalistico tra musei, gallerie minerarie ed un borgo di minatori e fonditori, databile al X secolo.

In questa splendida cornice, due sono i luoghi nei quali è possibile celebrare il proprio matrimonio, immersi nella storia e nella cultura della Toscana: Villa Lanzi, edificio cinquecentesco voluto da Cosimo I De’ Medici per ospitare i minatori provenienti dalla Germania, oggi centro di raccolta e conservazione della documentazione relativa agli studi, alle ricerche e ai progetti riguardanti il territorio della Val di Cornia, e di più difficile accesso, ma sicuramente di grandissimo fascino, il villaggio fortificato di Rocca San Silvestro , situato alla pendici del Monte Calvi al centro del Parco.

Il villaggio di minatori e fonditori sorse tra il X e l’XI secolo per iniziativa signorile con l’obiettivo di sfruttare i ricchi giacimenti di rame e piombo argentifero della zona. Il visitatore potrà scoprire qualcosa di più sull’organizzazione sociale ed economica, le abitudini alimentari, le tecniche edilizie e metallurgiche di una comunità medievale, visitando i resti, attualmente visibili, di abitazioni, della chiesa, del cimitero, della zona signorile e dell’area industriale. Sicuramente è un luogo perfetto per chi vuole celebrare il proprio giorno più bello immerso nella storia e nell’archeologia della Toscana, non di semplice accesso, infatti per raggiungere la Rocca è necessario seguire un sentiero attrezzato da percorrere preferibilmente con scarpe da ginnastica o da trekking, della durata di circa 20 minuti, ma che offre agli sposi ed ai lori invitati la possibilità di camminare e scoprire qualcosa della storia di questo luogo magico.

Se siete curiosi e avete voglia di conoscere altri luoghi magici dove poter celebrare il vostro giorno più bello, continuate a seguirci ed iscrivetevi alla nostra NEWSLETTER per essere sempre primi a conoscere le nostre iniziative.

17 pensieri su “Il patrimonio culturale: cornice perfetta per il tuo matrimonio

  1. Erika Cammarata dice:

    Sono stata spesso a Piombino e a Campiglia, ma non ero a conoscenza di questo parco. Alla prossima che vado in quelle zone, ci faccio un giro perché sono molto amante della cultura e dell’arte e questa è arte allo stato puro.

  2. sofia dice:

    CHe bella idea. Chissà perché ancora si usano così poco? Spesso incontro quando viaggio, spose e sposi, ma li trovo nei parchi, difficilmente in luoghi di interesse storico o culturalmente interessanti. Ottimo post con ottime idee

    • carla gracceva dice:

      In effetti sta prendendo sempre più piede la tendenza di sposarsi nei musei, teatri e in luoghi di interesse artistico-culturale. Sono veramente molto suggestivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *